Confraternita di
San Jacopo di Compostella

Pellegrinaggio di Confraternita 2005
dal Volto Santo alla Sacra Sindone
Lucca - Torino

"A tutti i cercatori del tuo volto
mostrati, Signore;
a tutti i pellegrini dell'assoluto,
vieni incontro, Signore;
con quanti si mettono in cammino
e non sanno dove andare
cammina Signore"

Turoldo D. M.

30 agosto 17 settembre 2005

Invito al cammino

Vedere il volto di Dio: vera e ultima speranza di ogni pellegrino, sogno che induce al cammino. Nei passi di ogni cercatore dell'Assoluto c'è il desiderio di intravedere, in qualche modo, quel volto  "che nessuno ha mai visto" ma che in tanti, per delle vite intere, hanno cercato. Camminare verso il Santo Volto impresso nella Sindone, nel pellegrinaggio di quest'anno, vorrebbe avere per la nostra Confraternita questo significato: la ricerca di quello sguardo d'Amore che, nella sua pienezza, potremo vedere solo tornati a Casa, alla fine della strada terrena, ma che ora, nel presente, da' senso al nostro andare chiamandoci verso di Lui attraverso tutti gli avvenimenti della nostra vita. Metterci in cammino sarà allora un ritornare per chi di noi si è perso, un continuare la via per chi di noi non si è fermato, un cominciare la strada per chi di noi non è mai partito.

La Sacra Sindone e il suo Volto saranno la nostra meta ma il vero pellegrinaggio richiede tempo, preghiera e cuore; ovvero la soglia finale avrà significato solo se vi saremo arrivati dedicando tempo al cammino, pregando e avendola (magari solo inconsciamente) già nel cuore. "Tu non Mi cercheresti se non Mi avessi già trovato" scriveva S.Agostino. Possiamo tranquillamente partire con questo paradosso a cui fa eco David Maria Turoldo: "Segno che Ti abbiamo trovato è il fatto che Ti cerchiamo ancora, che Ti cerchiamo sempre, Signore".

Buon Cammino e Ultreya

Monica D'Atti